Il progetto Delcyme

Secondo i dati OECD (Skills Outlook 2015, Youth, Skills and Employability), la crisi economica ha avuto delle gravi ripercussioni sui giovani, rendendo più difficile la ricerca di un primo lavoro. Ha anche innalzato la disoccupazione: i tassi di disoccupazione per i giovani sotto i 25 anni in Europa stagnavano al 18.6% nel dicembre del 2016. I giovani con un basso livello di istruzione sono più colpiti rispetto ai laureati e hanno più difficoltà ad accedere alla mobilità internazionale. Diversi programmi di mobilità sono quindi nati con lo scopo di offrire loro la possibilità di vivere delle esperienze lavorative in altri paesi europei e di sviluppare delle nuove competenze. Tuttavia, molti giovani non colgono queste opportunità perché sono troppo spaventati. Una buona preparazione è importante per rafforzare la loro motivazione e sviluppare competenze linguistiche di base.

Il progetto “Developing E-Learning Capacities for Youth Mobility in Europe” (DELCYME) si propone di realizzare un programma di preparazione (linguistica e interculturale) multilingue in e-learning per la mobilità giovanile. Inoltre, DELCYME desidera sviluppare le capacità e le competenze delle organizzazioni che lavorano in contesti non formali e che si occupano di preparare programmi di mobilità.

In questi 31 mesi di progetto (dal febbraio 2018 all’agosto 2020) sei istituzioni lavoreranno insieme. DELCYME è coordinato dall’OFAJ (Office Franco-Allemand pour la Jeunesse), che ha una grande esperienza nell’organizzazione della mobilità e nello sviluppo di strumenti per la preparazione linguistica e interculturale. Due partner sono impegnati nell’insegnamento linguistico non formale (CAVILAM, CDC), uno si occupa attivamente di inviare e accogliere in Polonia partecipanti a programmi di mobilità (SEMPER AVANTI) e due sono università, che formando insegnanti di lingua per diversi contesti (UCLM, CALCIF), contribuiranno a fornire una prospettiva scientifica al progetto.

I lavori ruotano intorno a quattro task, che consentiranno di raggiungere i principali obiettivi:

Task A1

  • organizzazione e comunicazione tra i partner
  • diffusione del progetto
  • evento per promuovere le Risorse Didattiche Aperte

Task A2

  • sviluppo dei contenuti della piattaforma in e-learning

Task A3

  • preparazione dei tutor che seguiranno gli apprendenti nelle attività online

Task A4

  • sviluppo di una community management

I principali risultati attesi sono:

  • la produzione di approcci e contenuti pedagogici multilingue e digitali
  • la produzione di Risorse Didattiche Aperte che possano essere usate nel campo dell’educazione non formale
  • i partecipanti al progetto miglioreranno le proprie competenze digitali
  • la piattaforma ospiterà 200 utenti all’anno per ciascuno dei paesi coinvolti
  • la creazione di uno strumento su misura per la preparazione ad attività di mobilità professionale